Dopo la ripartenza dell’anno scorso, anche quest’anno torna consueta FieraInMensa, esperienza nata nel lontano 2002 dall’incontro di realtà ecclesiali, associative e di movimento impegnate in percorsi di accoglienza ed inclusione sociale. FieraInMensa rappresenta lo sforzo di una comunità senza pregiudizi, che accoglie i migranti presenti in città durante la Fiera di San Giuseppe, offrendo loro gratuitamente servizi di accoglienza di base, distribuendo migliaia di pasti, fornendo assistenza legale, sanitaria e servizio internet gratuito e creando momenti di incontro, conoscenza e confronto aperti a tutta la cittadinanza bruzia.

Accogliere è l’unico atteggiamento adeguato per affrontare crisi migratorie, ambientali e climatiche come quella che l’Europa sta vivendo negli ultimi anni. Dalla sua posizione privilegiata al centro del Mar Mediterraneo, Cosenza rifiuta la guerra e la violenza che generano le migrazioni. Non accettiamo di fare divisioni tra gli ultimi in base alla loro nazionalità o al colore della pelle. Vogliamo proporre invece nuovi stili di vita, tesi a ridurre le diseguaglianze e lo sfruttamento di risorse naturali, che sono spesso le fondamenta su cui si innestano i fenomeni migratori. Attraverso la partecipazione alle iniziative di accoglienza, promuoviamo una idea antica di umanità, in cui tutti i popoli sono una sorgente inestinguibile di pace.

Per questa edizione di FieraInMensa, abbiamo proseguito nel lavoro di decongestionamento dell’area dei capannoni delle ex-officine delle Ferrovie Della Calabria. FieraInMensa quest’anno si apre alla città: la popola e la colora con i colori dei numerosi volti diversi di migranti e volontari che sempre partecipano all’iniziativa. La cucina sarà allestita presso Stella Cometa, dove ci sarà anche l’ambulatorio che garantirà assistenza sanitaria ai migranti. Molte comunità migranti che vivono a Cosenza cucineranno cibi etnici da offrire agli ambulanti. Il cibo verrà distribuito attraverso cinque mense diffuse in città. Attraverso le piccole mense, allestite presso le Parrocchie di San Nicola, Loreto, Cristo Re, la Chiesa di San Domenico e l’ex-hotel Centrale Occupato, recuperemo l’essenziale dimensione di convivialità ed incontro con i migranti.

Nell’area degli ex-capannoni ci sarà inoltre il dormitorio, allestito presso l’Auditorium Popolare. Abbiamo inoltre invitato i cittadini ad aprire le porte della propria casa per ospitare un migrante. Abbiamo già raccolto delle disponibilità per compiere un gesto che sfida ogni paura. Accogliere una persona, offrire un letto, un bagno, condividere una colazione al mattino con un sorriso apre il cuore e la mente… questo gesto ci rende più ricchi e più forti.

FieraInMensa sarà anche ricca di appuntamenti culturali. Presso le Officine Babilonia verranno proiettati durante le serate della Fiera i seguenti film: Lettere dal sahara, Mediterranea, Timbuktu e Terremere. Inoltre le Officine Babilonia ospiterrano il 18 Marzo alle ore 22:00 il Concerto “Chini c’è c’è in concerto – etno/jam session dal mondo”.

Domani Sabato 10 Marzo, presso il Chiostro di San Domenico, ci sarà la presentazione di FieraInMensa 2018. Alle 17:30 inizieremo con la conferenza stampa, mentre alle 18:00 ci sarà la proiezione del cortometraggio “The Dead Sea” (premio Migrantes al MyArt festival). A seguire, alle 18:30 discuteremo di “Libia frontiera del Mediterraneo” insieme a Bianca Benvenuti (Medici Senza Frontiere), Sanogo Yaya (attivista Auser Savuto) ed Emilia Corea (Equipe multidisciplinare vittime di tortura). Nel corso dell’iniziativa, sarà possibile riflettere attraverso due esposizioni fotografiche (“Mors Omnia Solvit” di G. Greco e “Migrant Hotel” di F. Liuzzi).

#FIERAINMENSA #ACASANOSTRA

Comitato promotore: AGESCI – Zona Terra dei Bruzi, Azione Cattolica Diocesana, CPOA Rialzo, Associazione culturale multietnica “La Kasbah”, MOCI, Morequal, Officine Babilonia, Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai Cosenza, Stella Cometa, Ufficio Migrantes Diocesano, Associazione culturale “Verde Binario”

Con il sostegno di: Banco Alimentare Calabria, Caritas Arcidiocesi Cosenza-Bisignano, Centro Servizi Volontariato Cosenza, Comunità cinese, Comunità curda, Comunità filippina, Comunita latinoamericana, Comunità nigeriana, Fondazione Lilli Funaro

Cosenza, 9 Marzo 2018